Chiamaci al Numero
0884.309989

Orari Call Center
Lun-Sab | 09.00 - 13.00 // 16.00 - 20.00

I Trabucchi del Gargano

Tutta la costa del Gargano si distingue per la sua incomparabile bellezza, ma tale innegabile qualità viene se possibile ulteriormente rafforzata dai trabucchi di cui essa è costellata, in particolare nella parte di litorale che va da Peschici a Vieste. I trabucchi svelano infatti parte dell’anima marinara degli abitanti del litorale della Puglia. I trabucchi sono infatti suggestivi e pittoreschi marchingegni antichi da pesca, che aiutavano in passato i pescatori a mantenere buoni i frutti del loro lavoro, anche in condizioni di tempo avverse.

I trabucchi sono delle strutture in legno , prevalentemente di pino d’aleppo, specie molto diffusa in Puglia. Queste strutture sono costituite da palafitte ancorate alla terraferma, dotate di “antenne” che si allungano verso il mare; corde e carrucole poi reggono una grossa rete, chiamata trabocchetto (da qui deriva il nome trabucco), che viene immersa in acqua. I trabucchi hanno senz’altro origini antiche; c’è chi li fa risalire addirittura all’epoca dei Fenici. Quel che è certo è che ancora oggi essi vengono talvolta utilizzati per la pesca. I trabucchi si trovano generalmente laddove il mare è piuttosto profondo, con fondo preferibilmente sabbioso, e sono posizionati in maniera da trarre vantaggio dalle correnti.

Queste strutture sono praticamente ognuna diversa dall’altra, e all’apparenza sembrano piuttosto fragili ed esili; in realtà sono state in grado per secoli di reggere al mare in tempesta. Particolare di non secondaria importanza è che i trabucchi vengono fatti funzionare esclusivamente a mano. In genere c’è bisogno di quattro uomini, detti trabuccolanti, per fare funzionare questi maestosi marchingegni correttamente. Uno dei più vecchi Trabucchi è quello di San Francesco, che ha oltre 100 anni. Ma diversi sono i trabucchi antichi lungo la costa, tra gli altri citiamo quello di San Nicola, quello di Montepucci e quello di Manacore.

Al giorno d’oggi ormai i trabucchi vengono utilizzati per la loro funzione originaria solo come attrazione turistica. Inoltre ai visitatori che lo desiderano, viene data la possibilità di gustare il pesce appena pescato nei pressi di queste strutture, praticamente sul mare. I trabucchi inoltre sono divenuti vere e proprie opere d’arte da proteggere, e sono parte integrante del Parco Nazionale del Gargano. A Vieste ogni anno intorno alla seconda parte di giugno, viene fatta una Festa dei trabucchi, evento che oltre ad attirare i turisti, appassiona anche gli abitanti del luogo.