Chiamaci al Numero
0884.309989

Orari Call Center
Lun-Sab | 09.00 - 13.00 // 16.00 - 20.00

L’olio d’oliva del Gargano

L’olio extravergine d’oliva può a ragione essere definito come “l’oro liquido”. Esso è da sempre ingrediente principe della dieta mediterranea, grazie alle sue incredibili proprietà nutritive e benefiche. L’olio extravergine d’oliva infatti per fortuna abbonda nel nostro Bel Paese, ma è un prodotto che ci invidiano in tutto il mondo. Nelle fertiliterre del Gargano, baciate dal sole e lambite dal mare, gli uliveti arricchiscono queste già meravigliose zone. In Puglia, infatti, crescono rigogliosi più di 50 milioni di alberi di ulivo.

La Puglia infatti primeggia in Italia relativamente alla produzione di olio e di olive. Vi sono testimonianze storiche che documentano la rilevanza che in Puglia veniva attribuita alle olive sin da tempi remoti. D’altra parte ancora oggi in Puglia, e nel Gargano in particolare, l’olio extravergine d’oliva non manca mai nelle tavole, e si sposa alla perfezione con le pietanze tipiche di queste terre, famose per la loro genuinità e prelibatezza.

Come è noto l’olio d’oliva non ha un unico sapore, ma esso varia in base a fattori quali la terra, il clima, il sole. Nel Gargano ciascuna zona ha il suo olio extravergine d’oliva. Esso ha un sapore più o meno dolce, delicato, fruttato in base alla zona da cui proviene. Tutto l’olio del Gargano comunque è di prima qualità; nella grande distribuzione inoltre non è difficile reperire l’olio extravergine D.O.P. Dauno Gargano. Questo marchio è stato attribuito dalla Commissione Europea all’olio che viene prodotto in provincia di Foggia.

Esso risponde a requisiti ben precisi; ad esempio la raccolta va necessariamente ultimata non oltre il 30 gennaio, le olive vanno raccolte esclusivamente per brucatura e vanno molite non oltre tre giorni dopo che sono state raccolte. Insomma tutta una serie di requisiti, che però sono ampiamente ripagati dal suo sapore delicato e dolce. Aprendo una di queste bottiglie, veri e propri scrigni di profumo, si verrà subito inondati ed inebriati dalla fragranza delle terre di Puglia.