Chiamaci al Numero
0884.309989

Orari Call Center
Lun-Sab | 09.00 - 13.00 // 16.00 - 20.00

Sapori e Gastronomia del Gargano

La gastronomia del Gargano è squisita e deliziosa oltre ad essere genuina e semplice. C’è solo l’imbarazzo della scelta tra i piatti tradizionali e i prodotti tipici del luogo. Cerchiamo di scoprirli almeno in parte insieme. Uno dei prodotti protagonisti nelle tavole pugliesi sin dall’antipasto è il pane; lo troviamo in stuzzicanti bruschette o nel tipico “acquasala”, pane tostato ed ammollato in acqua, guarnito poi con cipolla cruda, pomodori, una spolverata di origano e del buon olio extravergine d’oliva, rigorosamente pugliese. Tra gli altri antipasti tipici trionfa il pesce crudo o marinato nel succo di limone; ricordiamo inoltre il rinomato “fragagghiamme”, pescetti da consumare crudi o fritti che si sciolgono letteralmente in bocca.

Il pane resta protagonista persino nelle minestre pugliesi; il pancotto infatti, irrorato d’olio extravergine d’oliva, accompagna pietanze a base di verdure tipiche della zona. Tra i piatti a base di verdure, trionfa in bontà la purea di fave con cicorie selvatiche. Trai primi non possiamo non menzionare le famosissime orecchiette, fatte a mano, con le cime di rapa.

Nella cucina garganica e pugliese in generale infatti si associano molto spesso le verdure alle paste corte. Tipiche paste corte pugliesi sono i cavatelli o ancora le strascinate, variante delle orecchiette. Nella tradizione culinaria pugliese non mancano comunque nemmeno i primi a base di carne, che riescono a rendere deliziosi anche ingredienti frugali come le budella di agnello. Come i primi a base di verdure anche questi richiamano alla mente l’origine contadina della cucina locale. Sarà quindi possibile gustare deliziose pietanze come le orecchiette al ragù d’agnello.

Ma avendo un mare splendido e pescoso ad un tiro di schioppo, nel Gargano è possibile gustare anche deliziosi primi a base di pesce; imperdibile è infatti la zuppa di pesce, ma anche i troccoli, simili ai tagliolini, conditi con sugo di seppia. La grana porosa della pasta pugliese fatta in casa trattiene infatti i condimenti in modo perfetto. Troviamo ancora gli spaghetti al sugo d’anguilla (nella zona di Lesina) o di pregiata aragosta (nelle Isole Tremiti).

Incredibile è anche la bontà dei secondi a base di pesce. In Puglia si potrà assaporare del freschissimo pesce alla brace, o fritto. Le triglie presenti in questa zona d’Italia peraltro si trovano solo qui e vengono cotte al cartoccio o anche fritte. Provatele durante il mese di agosto quando, essendo ancora di piccole dimensioni (vengono dette agostinelle), non è nemmeno necessario spinarle e se ne può fare un sol boccone. Nella zona lacustre di Lesina trionfano i capitoni e le anguille, cotti lasciando spazio alla fantasia. Altri prodotti tipici della tavola garganica sono la spettacolare burrata di Manfredonia e il caciocavallo podolico fragrante e stagionato.

Tra i dolci ricordiamo le saporite “zeppole”, golose ciambelle fritte e guarnite con particolari canditi all’amarena e morbida crema, e ancora le squisite cartellate, tipicamente natalizie, che sono simili alle frittelle e sembrano dei veri e propri ricami della nonna. Anche la storia enologica del Gargano è molto forte. Qui infatti si possono gustare vini e moscati d.o.c. che vantano una tradizione antica. Tra i liquori non possiamo non ricordare il limoncello che ha avuto origine in questa terra, prima di imperversare in tutta Italia, ed imperdibile è anche il prelibato nocino.