Chiamaci al Numero
0884.309989

Orari Call Center
Lun-Sab | 09.00 - 13.00 // 16.00 - 20.00

San Giovanni Rotondo: quel mosaico comunista

A lanciare l’accusa il quotidiano Libero, che questa volta se la prende niente meno che contro i frati cappuccini di San Giovanni Rotondo. Il pomo della discordia è rappresentato da un mosaico che da bella mostra di sé sulla rampa della chiesa inferiore di San Pio di Pietralcina in cui, tra le altre cose, è raffigurato un personaggio con il mano l’Unità.

A detta di Antonio Socci, giornalista e autore dell’articolo, inserire nella raffigurazione della vita del santo il giornale L’Unità equivarrebbe a promuovere il comunismo. Al giornalista proprio non va giù che il giornale lo tenga in mano anche una donna che è in procinto di ricevere la benedizione di Padre Pio, che lo spettatore leggerà implicitamente come benedizione non solo della donna ma anche della rivista, organo del Partito Comunista Italiano.

La lettera in replica del portavoce dei frati cappuccini, Stefano Campanella, mai pubblicata dal quotidiano Libero, afferma che nel mosaico si tenta di evidenziare le conversioni che padre Pio è riuscito ad effettuare. Quella particolare scena è una carrellata di uomini di cultura, spettacolo, politica e scienza passati al cristianesimo grazie a padre Pio.

Fra questi è da elencare anche l’attivista comunista Italia Betti. Il mosaico non è dunque da leggersi come una benedizione e tanto meno come una celebrazione del comunismo, bensì come la forza della conversione e la vittoria della fede sulla cultura materialista. A conclusione della lettera la promessa della sostituzione della targa.

Failed to execute query: You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near '' at line 1
SQL: SELECT * FROM `strutturericettive` WHERE `id` =