Chiamaci al Numero
0884.309989

Orari Call Center
Lun-Sab | Dalle 09.00 alle 20.00

I paesaggi del Parco Nazionale del Gargano

L’anno scorso sono andata a visitare il Parco Nazionale del Gargano, che è collocato in quella zona della Puglia denominata comunemente “Sperone d’Italia”. È una delle riserve naturali più estese della nazione, sono più di 118.000 ettari! E vi si può trovare ogni tipo di flora e fauna, oltre alla ricchezza di paesaggi, e un habitat molto variegato che comprende coste rocciose, altipiani carsici, zone boschive e laghi costieri. Si tratta di un posto straordinario!

All’interno del parco si trova anche la Foresta Umbra che, contrariamente a come si potrebbe pensare, deve il suo nome non a qualche attinenza all’Umbria ma al fatto che la vegetazione è talmente folta che i raggi del sole non riescono a passare facilmente, creando così un suggestivo ambiente ombroso. Ci sono molti esemplari di alberi: faggi, pini d’aleppo, carpini, aceri, olmi, tassi e tanti altri.

Per non parlare degli animali! Vivono in questo splendido luogo picchi, gatti selvatici, gufi, ma soprattutto i caprioli garganici, che rappresentano l’unica specie autoctona del territorio. E ancora tantissimi uccelli; ci hanno detto che nel parco nidificano oltre 150 specie. Nelle zone paludose invece si possono incontrare rettili e anfibi come le tartarughe terrestri e palustri, specie a grave rischio di estinzione.

E infine non potevo non rimanere affascinata dalla bellezza e varietà dei fiori. Il sottobosco ne è ricchissimo. Le più belle nonché famose sono le diverse specie di orchidee, che nel Gargano abbondano. Insomma sono stata così colpita dalle bellezze naturali del parco che ho tralasciato la visita a qualche piccolo centro in zona, come mi era stato consigliato da più di un amico. Tornerò presto!

Failed to execute query: You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near '' at line 1
SQL: SELECT * FROM `strutturericettive` WHERE `id` =