Chiamaci al Numero
0884.309989

Orari Call Center
Lun-Sab | 09.00 - 13.00 // 16.00 - 20.00

Un soggiorno da ricordare a Peschici

Il nostro soggiorno a Peschici, nella splendida provincia di Foggia, qualche mese fa, è durato tre giorni, ma saremmo rimasti volentieri di più. Ci siamo affezionati alla vista che offre il delizioso porto (quanti turisti vi attraccheranno ogni anno?), con il paese che si inerpica, il castello e la rigogliosa e insinuante macchia verde caratterizzata, come ci hanno spiegato sul posto, dal tipico pino d’aleppo. E il mare, naturalmente, a dir poco favoloso.

Non è un caso, d’altronde, che sia una delle località balneari contrassegnate dall’agognata Bandiera Blu. E poi la gente un tempo in riva al mare ci abitava e lavorava, nel Grottone di Manaccora, per esempio, grazie alla natura calcarea delle rocce delle caverne costiere, promosse al rango di vere e proprie case! Certo, non tutti gli anfratti interni al promontorio del paese sono accessibili, però è ugualmente un luogo che racchiude tante particolarità.

La caratteristica cittadina di Peschici ha una grande valenza storica; in quanto sperone d’Italia, il Gargano è sempre stato esposto a invasioni, soprattutto turche. Oltre mille anni fa furono gli Slavi a difenderlo (il nome Peschici, “territorio sabbioso”, si deve a loro); invece il castello, migliorato da Federico II con una torre d’avvistamento, è opera dei Normanni. Ne abbiamo potuto visitare le segrete, dove ogni tanto si allestiscono manifestazioni culturali: certo che gli antichi arnesi di tortura in mostra mettono ancora i brividi!

Ma le Torri Saracene affacciate sul mare, ideali per la segnalazione di un pericolo, sono parecchie! Tutte notevoli, come quella sul monte Pucci, dalla quale si apprezzano inconfondibili profumi boschivi; tuttavia solo un paio, Torre Mileto e Torre Rivoli, appaiono meno provate dall’inclemenza dei secoli trascorsi. Comunque, anche passeggiare per l’abitato è piacevole. È un susseguirsi di graziose piazze, viuzze, archetti, scale fra casette bianche. D’obbligo uno scatto alla statua di bronzo di Diomede Garganico.

Failed to execute query: You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near '' at line 1
SQL: SELECT * FROM `strutturericettive` WHERE `id` =